Iscriviti alla Newsletter

ottobre: 2010
L M M G V S D
« Set   Nov »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivi del mese: ottobre 2010

Avviso Distribuzione Farmaci per Conto del PHT-DGR n.398/10

Con FAX indirizzato agli Ordini dei Medici la Regione Calabria, Commissario ad acta e sub Commissari per l’attuazione del Piano di Rientro, invia circolare con oggetto: “Avviso Distribuzione Farmaci per Conto del PHT-DGR n.398/10” per cui la pubblichiamo per opportuna conoscenza:

Leggi la circolare

“LA VALUTAZIONE DELL’APPARATO RESPIRATORIO IN AMBITO MEDICO-SPORTIVO”

Si segnala corso ECM organizzato dalla FMSI nell’ambito dei propri programmi di formazione con l’obiettivo dell’aggiornamento in ambito pneumologico per la valutazione dell’atleta e per una corretta ed esauriente esecuzione dell’esame spirometrico.

 

Presidente del Corso

Prof. Carmelo Puntoriere    

Presidente Comitato Regionale

FMSI Calabria

Dr. Renato Capurro

Coordinatore Regionale della Formazione

per la Regione Calabria

Dr. Francesco Bilotta

Presidente AMSD di  Vibo Valentia

 

SEDE DEL CORSO FMSI

Comitato Regionale Calabria

AMSD di Vibo Valentia

Via:  Protettì n. 25 – Vibo Valentia

Tel.: 0963.42277       – Fax 0963.42252

Il Corso si svolgerà presso “Centro di Medicina dello Sport di Vibo Valentia”

Via D. Savio n. 10/B

Tel.: 0963. 547556 – Fax 44726

Scarica la brouchure del corso

FNOMCeO: STOP A BRUNETTA – Non si può collaborare con chi ci insulta

Medici afflitti da “digital device” e “categoria assatanata di denaro”: su queste dichiarazioni del ministro Renato Brunetta, registrate 1’8 settembre scorso a Frascati e da poco messe in rete, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri ha rilasciato la seguente nota.

“Alcune affermazioni del ministro Brunetta – assurte alla cronaca solo in questi giorni, ancorché pronunciate un mese fa – a commento dell’iter di attuazione del nuovo sistema di certificazione on line esprimono considerazioni del tutto infondate nel merito e gravemente offensive per tutti i medici italiani, colpiti come professionisti e come cittadini del nostro Paese.

Non possiamo non cogliere in quelle parole una irresponsabile mancanza di fiducia e di rispetto verso l’intera categoria professionale che, anche in questa materia, si è invece resa disponibile ad un processo di innovazione serio ed efficace di trasmissione on line delle certificazioni di malattia, con l’obiettivo di rendere un servizio di qualità serio ed efficace ai cittadini ed ai datori di lavoro.

Pur essendo avvezzi all’esuberanza verbale e alla carica demagogica del ministro Brunetta, quelle inequivocabili parole hanno spezzato un rapporto di fiducia e di reciproca affidabilità, il che ci impedisce dì proseguire una costruttiva collaborazione con il ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione.

Salvo diverse ed altrettanto inequivocabili parole del ministro Brunetta, da oggi risponderemo su questa materia solo al ministro della salute, Fazio che, in più di una occasione, ha dato ampia e convincente dimostrazione di come si possa e si debba migliorare la nostra sanità lavorando insieme, nel rispetto dei ruoli e della dignità professionale e civile dei soggetti coinvolti”.

1a Conferenza Nazionale “Neurologia d’Urgenza”

1a Conferenza Nazionale “Neurologia d’Urgenza”

1a Conferenza Nazionale “Neurologia d’Urgenza”

Si segnala evento nazionale in fase di accreditamento ECM che si terrà presso il 501 HOTEL di Vibo Valentia dal 7 al 10 Ottobre 2010:

1a Conferenza Nazionale “Neurologia d’Urgenza”
Hipponion Stroke National Prize – III Edizione

Progetto CCM del Ministero della Salute: “Promozione dell’Assistenza all’Ictus Cerebrale in Italia, La Prevenzione Secondaria”

Scarica la brouchure dell’evento

Compila la scheda di iscrizione on line

Leggi il BANDO del Premio

Certificazioni On Line

FIMMG Vibo NEWS del 01/10/2010

a cura del Dott. Giuseppe Borello

 

l ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha firmato una nuova circolare in materia di trasmissione telematica dei certificati per malattia. La circolare fornisce tra l’altro chiarimenti sull’ambito di applicazione della disciplina, sulla procedura da seguire per le ipotesi in cui è necessario che l’amministrazione conosca oltre alla prognosi anche la diagnosi e in tema di contestazione degli addebiti per violazione dell’obbligo di trasmissione telematica.

In particolare, per quanto riguarda il regime sanzionatorio, nella circolare si da’ conto del fatto che l’apposita commissione, istituita nello scorso mese di luglio per valutare la funzionalità del sistema, pur ritenendo concluso il collaudo, in quanto è verificata la funzionalità delle piattaforme e dei sistemi, ha evidenziato “segnalazioni di difficoltà applicativa sotto il profilo organizzativo, sia in ambito ospedaliero che territoriale, per le quali vanno previste soluzioni da porre in atto in tempi brevi nella fase di compiuta ottimizzazione”.

L’esistenza di tali criticità, “per il superamento delle quali le Amministrazioni interessate lavoreranno durante i prossimi mesi anche utilizzando le evidenze del monitoraggio, rendono allo stato problematici l’emersione e l’accertamento di eventuali responsabilità per la violazione della specifica normativa e, quindi, lo svolgimento dei procedimenti per l’irrogazione delle conseguenti sanzioni”. Infatti, continua la circolare, “la piena applicazione dell’apparato sanzionatorio richiede la definizione di presupposti di azione chiari e di un quadro di operatività certo in mancanza dei quali potrebbe non essere riscontrabile l’elemento della colpevolezza dell’illecito. Pertanto, fermo restando l’obbligo dei medici di continuare a trasmettere i certificati per via telematica in presenza delle condizioni organizzative e tecniche che lo rendono possibile, per il periodo transitorio – sino al 31 gennaio 2011 – durante il quale le più rilevanti criticità dovranno essere affrontate, è opportuno che le Amministrazioni competenti si astengano dalla contestazione degli addebiti specificamente riferiti all’adempimento”. I medici, intanto, s’impegnano a  promuovere un tavolo di confronto sulle certificazioni di malattia  online che veda insieme i sindacati dei camici bianchi, le Regioni, il ministero della Salute, la Federazione degli Ordini medici (Fnomceo).  Con l’obiettivo di risolvere i problemi ancora sul tappeto, in  particolare sulle sanzioni previste per i professionisti.  E’ il punto principale del documento di consenso diffuso  e  firmato da tutte le sigle sindacali mediche nella riunione del 22 settembre, convocata per valutare le prime decisioni della Commissione di collaudo del nuovo sistema di certificazione telematica. Con la Commissione – si legge in una nota – i medici condividono gli obiettivi della riforma, vale a dire il miglioramento dell’efficienza e della qualità delle procedure amministrative. Ma  “pur riconoscendo alla Commissione la capacità di aver compreso e accolto le molteplici criticità operative che il sistema deve ancora affrontare e risolvere – sia nell’ospedale che sul territorio – i medici ritengono però che, per la soluzione di queste criticità, siano necessari ‘tempi coerenti, non predefinibili a tavolino’ e ‘l’utilizzo di risorse umane, tecnologiche e finanziarie, oggi non adeguatamente presenti nei servizi sanitari, né previste come nuove voci di  investimento’. 

Leggi la circolare

Certificati online, nuova circolare di Brunetta sulle sanzioni: multe dal 31 gennaio. Via a un tavolo di confronto tra medici e sindacati di categoria: “occorrono tempi per risolvere le criticità non definibili a tavolino”