Iscriviti alla Newsletter

gennaio: 2021
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Ultime notizie

Ultime notizie di interesse generale per la Categoria

EMERGENZA COVID-19: Utilizzo di strumenti alternativi al promemoria cartaceo della ricetta elettronica

Si riporta per opportuna conoscenza l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri che contiene “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili.”

SCARICA l’OCDPC-ricetta-elettronica-rev-19.3-bollinata

Emergenza COVID-19: Modulo autorizzazione agli spostamenti

Per opportuna conoscenza si riporta il link per scaricare il Modulo autorizzazione agli spostamenti che il Ministero degli Interni ha messo a disposizione per chi, in questi giorni, dovrà muoversi da casa. E’ possibile stamparlo e portarlo con sé se si esce solo se estremamente necessario!!

SCARICA IL MODULO SPOSTMENTI

EMERGENZA COVID-19: ORDINANZA On. Santelli PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

LA PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE VISTO l’art. 32 della Costituzione;

VISTO lo Statuto della Regione Calabria, approvato con Legge Regionale n. 25 del 19 ottobre 2004 e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTO la legge 23 dicembre 1978, n. 833, recante “Istituzione del servizio sanitario nazionale” e, in particolare, l’art. 32 che dispone “il Ministro della sanità può emettere ordinanze di carattere contingibile e urgente, in materia di igiene e sanità pubblica e di polizia veterinaria, con efficacia estesa all’intero territorio nazionale o a parte di esso comprendente più regioni”, nonché “nelle medesime materie sono emesse dal presidente della giunta regionale e dal sindaco ordinanze di carattere contingibile e urgente, con efficacia estesa rispettivamente alla regione o a parte del suo territorio comprendente più comuni e al territorio comunale”;

VISTO il decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 23 febbraio 2020, n. 45, che, tra l’altro, dispone che le autorità competenti hanno facoltà di adottare ulteriori misure di contenimento al fine di prevenire la diffusione dell’epidemia da COVID-19;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19;

VISTA l’Ordinanza del Presidente della Regione n. 1 del 27 febbraio 2020;

VISTO il decreto-legge 02 marzo 2020, n. 9 recante “Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19” ed in particolare gli articoli 34 e 35;

PRESO ATTO dell’evolversi della situazione epidemiologica, del carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia, dell’incremento dei casi nelle regioni settentrionali;

PRESO ATTO del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 marzo 2020, contenente misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus;

PRESO ATTO della delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 con la quale è stato dichiarato, per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

DATO ATTO del decreto del Capo del Dipartimento della Protezione civile rep. n. 631 del 27.02.2020 con cui il Presidente della Regione Calabria è nominato soggetto attuatore ai sensi della OCDPC n. 630/2020;

ALLA LUCE del DPCM 8 marzo 2020;

RITENUTO che tale contesto, soprattutto con riferimento alla necessità di realizzare una compiuta azione di prevenzione, impone l’assunzione immediata di ogni misura di contenimento e gestione adeguata e proporzionata all’evolversi della situazione epidemiologica, individuando idonee precauzioni per fronteggiare adeguatamente possibili situazioni di pregiudizio per la collettività;

 

RITENUTO che le situazioni di fatto e di diritto fin qui esposte e motivate integrino le condizioni di eccezionalità ed urgente necessità di tutela della sanità pubblica

ORDINA

ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica, le seguenti misure;

MISURE DI INFORMAZIONE E PREVENZIONE

Fermo restando quanto previsto per l’intero territorio nazionale con il DPCM 4 marzo 2020 e con il DPCM 8 marzo 2020, sono adottate nel territorio regionale le misure urgenti indicate nella presente Ordinanza.

  1. A chiunque arrivi in Calabria o vi abbia fatto ingresso negli ultimi quattordici giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e:

-nella Regione Lombardia

– nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia

dove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus (DPCM 08 marzo 2020 l’aggiornamento del quale potrà essere conosciuto attraverso il sito istituzionale del Ministero della salute e della Regione),

si applica la misura della quarantena obbligatoria con sorveglianza attiva.

  1. Chiunque si trovi nelle condizioni di cui al punto 1, deve comunicare tale circostanza direttamente – ovvero attraverso il proprio Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera scelta, oppure telefonando al numero verde regionale 800-767676 – al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale territorialmente competente, che adotterà le misure già previste nell’Ordinanza n. 1/2020.
  2. I Dipartimenti di Prevenzione forniscono giornalmente al Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie e al Prefetto territorialmente competente, le informazioni relative ai soggetti posti in quarantena o isolamento domiciliare con sorveglianza attiva, secondo il format appositamente definito.
  3. I Dipartimenti di Prevenzione comunicano al Sindaco, quale Autorità Sanitaria Locale, la prescrizione di quarantena obbligatoria presso il domicilio dei singoli soggetti interessati, per l’emanazione del provvedimento di competenza.
  4. Le società di autolinee, Trenitalia e le compagnie aeree devono comunicare l’elenco dei passeggeri provenienti in Calabria dalle zone di cui al punto 1. ai Dipartimenti di Prevenzione territorialmente competenti, anche tramite i sindaci.

 

  1. I Prefetti delle Province regionali dispongono verifiche presso le stazioni ferroviarie, aeroportuali, le stazioni delle autolinee interregionali, per l’applicazione di quanto disposto con la presente Ordinanza.
  2. Al Sindaco, quale Autorità locale di Protezione Civile si demanda la valutazione circa l’apertura del Centro Operativo Comunale con l’attivazione di almeno le funzioni “assistenza alla popolazione” e “volontariato”, anche al fine di garantire la necessaria assistenza alle categorie fragili e ai cittadini sottoposti a quarantena o isolamento domiciliare, nonché opportune iniziative di sensibilizzazione nei confronti della popolazione.
  3. Con successivo provvedimento saranno disposte ulteriori procedure operative per gli adempimenti previsti dalla presente Ordinanza.

La presente ordinanza è pubblicata sul sito istituzionale della Regione Calabria ed ha validità fino a nuovo provvedimento.

La presente ordinanza, per gli adempimenti di legge, viene trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, ai Prefetti.

Avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine di sessanta giorni dalla comunicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi.

La presente ordinanza sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito istituzionale della Giunta della Regione.

On. Jole Santelli

(firmato digitalmente)

Esenzioni per patologia: nuove determinazioni

Si porta a conoscenza per le determinazioni prescrittive il Decreto sui LEA e sulle conseguenti esenzioni per patologia a cui attenersi:

SCARICA IL DECRETO

COMUNICATO INTERSINDACALE MEDICINA PRIMARIA CALABRIA

lettera inviata in data odierna alla Locale ASP

Si riporta, per opportuna conoscenza degli iscritti, lettera inviata in data odierna alla Locale ASP:

Al Direttore Sanitario Aziendale

Al Referente art 50/03

e p.c. Al Direttore Generale ASP VV

Esimio Direttore

sono pervenuti a questa Segreteria da parte dei medici di medicina generale iscritti FIMMG, segnalazioni relative ad elementi di criticità contenute nella comunicazione della Struttura S.” Cure Primarie” Prot. 159/CP/DSB1 del a23/1/2017 indirizzata ai Medici di Medicina Generale e PLS relativa alla nota prot.1959 del 19/01/2017 del Referente art. 50 e Direttore Sanitario Aziendale, avente per oggetto” Mancato controllo esenzione ticket da reddito”

Questa Segreteria da una lettura della nota, rimane perplessa e stupita sia per il contenuto che per la forma e quindi da ritenere valide, le criticità manifestate dai Medici di Medicina generale iscritti a questa Organizzazione Sindacale per le seguenti motivazioni:

  • è consuetudine del Medico di medicina generale, che conosce e applica con diligenza le norme della Convenzione della Medicina Generale con il SSN, interloquire con i propri assistiti affinché rendano esatte dichiarazioni relativamente alla loro posizione per esenzione del reddito, considerato che eventuali illeciti saranno loro contestati e sanzionati;
  • è norma per i Medici di Generale dotati di programmi gestionali anche collegati con il MEF, effettuare nelle prescrizioni i dovuti controlli relativamente alle esenzioni per reddito.

Tanto evidenziato questa Segreteria specifica quanto segue:

come a vs conoscenza per la identica fattispecie contenute nella nota, vi è stata una espressa e chiara presa di posizione da parte del Direttore Generale dell’Assessorato alla Sanità, che con sua nota poneva fine ad un contenzioso sostenuto dalla Responsabile dell’art. 50, relativo alla presunta responsabilità del Medico di Medicina Generale nell’apporre il codice di esenzione per reddito.

Tanto acclarato, questa Organizzazione Sindacale rimane perplessa nel costatare che tale contenzioso, anche se con modalità apparentemente diverse, viene ripreso nella succitata nota, ancorché si paventa velatamente, una responsabilità per danno erariale indotto da parte dei medici di medicina generale.

Pertanto con la presente, questa Organizzazione Sindacale ribadisce che il Medico di Medicina Generale non è responsabile e non risponde né formalmente né sostanzialmente per illeciti perpetrati da altri soggetti.

Questa Organizzazione Sindacale dichiarando la disponibilità e la partecipazione negli organismi distrettuali alla puntuale applicazione degli Accordi Contrattuali, prega la Direzione Aziendale di adoperarsi per impedire che i Medici di Medicina Generale siano identificati come capri espiatori di altrui omissioni, illeciti o negligenze.

Vibo Valentia, li 26/01/2017

Il Segretario

Dr. Nazzareno Brissa

corso ecm diabetologia

Cari Colleghi, ho ritenuto di accogliere l’invito e e la proposta del Dr Giuseppe .Crispino Specialista Diabetologia e Endocrinologia avendo anche il patrocinio dell’Ordine dei medici di promuovere un Corso sulla tematica molto stringente della patologia diabetica e della terapia diabetica dedicato esclusivamente ai Nedici Di Famiglia.Il Corso di cui si allego la Brochure e Programma avrà anche una modalità interattiva e si articola in tre sessioni.
Considerata l’offerta formativa a cui possono partecipare venti medici di Medicina Generale, che siano interesati non solo ai crediti ma anche alla pratica clinica terapeutica ambulatoriale nella gestione del paziente diabetico, come criterio selettivo riteniamo di utilizzare la priorità nel rispondere a questo invito-proposta e in caso di parità avrà precedenza la minore età anagrafica.
Per la selezione inviare una conferma per e.mail all’Ordine dei Medici a partire da Lunedi : 05.09.16 ore 9.” info@omceovv.it”…

Scarica la brochure del Corso

Cordiali saluti Reno Brissa.

Ringraziamenti al Sig. Tonino Sergi.

Questa organizzazione sindacale, unitamente alla Presidenza dell’Ordine dei Medici della nostra Provincia, esprime un dovuto ringraziamento a Tonino Sergi per la sua apprezzata e competente consulenza tecnica,relativa alla ricetta dematrerializzata fornita a titolo gratuito, ai colleghi di Medicina Generale utilizzatori di un gestionale per lo studio medico.

Liquidazione arretrati A.I.R.

Cari Colleghi come già preannunciato, abbiamo ottenuto il giusto riconoscimento delle spettanze AIR.con Deliberazione della Direzione Generale già pubblicata nell’Albo Pretorio dell’ ASP. Un dovuto e atteso riconoscimento delle nostre spettanze economiche e che la Direttrice della nostra ASP , anche su nostra sollecitazione ha voluto emettere in unica soluzione nella busta paga. Abbiamo ritenuto come espresso nella Sede Ordinistica di anticipare, anche se in via ufficiosa l’avvio della ricetta dematerializzata , come riconoscimento della nostra Organizzazione Provinciale ad un atto sottoscritto e mantenuto frutto di un intesa raggiunta a livello locale.

INCONTRO CON DIRETTRICE GENERALE ASPVV

Cari colleghi, ieri pomeriggio unitamente al Presidente OOMM Dr. Antonino Maglia siamo stati ricevuti dalla Dr.SSa Angela Caligiuri, Direttrice della nostra Azienda Sanitaria. L’incontro cordiale e franco ha dato modo di evidenziare le urgenti e non procrastinabili problematiche della nostra categoria. Abbiamo pertanto evidenziato prioritariamente la necessità di una uniforme gestione organizzativa nei tre Distretti, soprattutto per quanto attiene alle esigenze della Medicina Generale: ripartizione dei ricettari, convocazioni delle commissioni aziendali ( UCAD, Appropriatezza) spettanze economiche, eventuali addebiti, modalità comunicativ, trasmissione delle circolari alle mail certificate, etc. Abbiamo ribadito il nostro impegno come Organizzazione Sindacale anche attraverso i componenti eletti e afferenti al nostro Sindacato per affrontare e dirimere le necessità e le problematiche presenti ed emergenti anche per offrire ai cittadini un idoneo, adeguato, servizio sanitario territoriale. La Direttrice Generale, ha apprezzato la nostra disponibilità e ha subito evidenziato che le spettanze economiche arretrate saranno devolute globalmente nella prossima busta paga. Altresi ha disposto immediatamente l’invio dei ricettari in maniera uniforme e congrua nei tre distretti sanitari. A fronte del riconoscimento e della condivisione delle nostre richieste nonchè per la disponibilità pronta e risolutiva e tenendo presente la penuria di ricettari, abbiamo ritenuto, certi della vostra condivisione e assenso, di accelerare, nella nostra Azienda l’avvio della ricetta dematerializzata.
Pertanto nella prossima settimana a carico della nostra Organizzazione sarà avviato il corso formativo per dare poi immediato avvio al nuovo servizio.
Vi prego pertanto di rapportarvi a questo sito, alle mail personali e agli msn per avere immediata contezza delle modalità organizzative , riguardo a sede ed orario di partecipazione al Corso Forrmativo.
Cordiali saluti. Reno Brissa